Prendi mille euro al mese? Ecco cosa puoi richiedere allo Stato. Tutto quello che devi sapere

Il sito “La legge per tutti” ha voluto fare chiarezza su alcuni bonus ed esenzioni a cui hanno diritto coloro che guadagnano mille euro al mese.

Una delle esenzioni riguarda la giustizia: chi ha un reddito non superiore a 11.528,41 euro ha diritto al patrocinio a spese dello Stato nelle controversie civili, amministrative, penali e tributarie.

Per averne diritto il cittadino deve solo dimostrare di non essere in grado di affrontare le spese tributarie e ci devono essere i presupposti che la causa abbia un esito favorevole.

In caso di sconfitta, però, deve essere il contribuente a pagare. Invece, chi ha un reddito complessivo inferiore a 15.493,71 euro ha diritto ad altri bonus ed esenzioni: ad esempio, può scaricare l’affitto dalla dichiarazione dei redditi, mentre le famiglie con reddito Isee non superiore a 13mila euro sono esenti dalle tasse universitarie.

La Naspi, ovvero l’indennità di disoccupazione, è per tutti coloro che sono stati licenziati o hanno perso il lavoro per giusta causa.

Una delle misure per combattere la povertà, ovvero il reddito di inclusione, spetta invece a chi ha un Isee non superiore a 6mila euro.

Per quanto riguarda il Canone Rai, saranno esenti dal pagamento solo gli over 75 con un reddito inferiore ai 6.713 euro e i bonus luce e gas toccheranno a chi ha un Isee non superiore a 8.107,5 euro mentre le famiglie numerose non devono superare i 20.000 euro.

Saranno esenti dal ticket per le visite specialistiche coloro che hanno un reddito non superiore a 8.263 euro, che in presenza del coniuge diventa 11.362,05 euro.

Facebook Comments